QUESTO SITO UTILIZZA COOKIE. CONTINUANDO A NAVIGARE ACCETTI IL SERVIZIO.

^Back To Top

Santuario Madonna del Pilastrello

SANTUARIO DELLA MADONNA DEL PILASTRELLO

Il santuarietto dedicato alla Beata Vergine delle Grazie, detto del PILASTRELLO perché sorto proprio dove anticamente era posta una pietra miliare indicante il V miglio della strada che da Milano porta fino ad Asso attraverso gli abitati di Desio ed Erba (da cui il nome Vallassina o della valle di Asso), risale al 1400 circa, come pure l'affresco raffigurante l'effige della Madonna.
 
La struttura dell'edificio così come appare oggi è successiva al 1600, epoca alla quale risalgono anche gli affreschi interni fatti eseguire dalla Contessa Caterina Perini.
 
Nel 1582 vi sostò in preghiera San Carlo Borromeo durante la sua visita pastorale a Bresso.
 
Durante la pestilenza del 1630 fu adibito a lazzaretto.
 
L'edificio è stato oggetto di vari interventi di restauro soprattutto nel secolo scorso.
 
Anche Alessandro Manzoni , proveniente dalla vicina residenza estiva di Brusuglio, attraversando il Seveso e percorrendo l'attuale via Corridoni e la via che in seguito porterà il suo nome, fu spesso pellegrino al Pilastrello.

Leggi tutto: Santuario Madonna del Pilastrello

Chiesa S. Carlo

 Le chiese del Decanato: San Carlo

di don Gianfranco Cesana, Parroco
 
S. Carlo BressoLa chiesa parrocchiale di San Carlo fu inaugurata nel Natale 1971. Costruita su progetto dell’architetto Ferruccio Ceruti, è ispirata dal libro dell’Apocalisse, in cui Cristo si definisce “l’Alfa e l’Omega, il Principio e la Fine”.
La pianta della chiesa, infatti, ha la forma perimetrale di un “omega”.
All’interno si impone la grande “A” – Alfa - che sostiene la copertura in travi lamellari, esteticamente belle a vedersi; mentre la mensa dell’altare è sorretta dall’evidente simbolo dell’Omega. L’ampia aula assembleare a semicerchio favorisce la partecipazione alla liturgia, mentre chi presiede ha l’impressione di vedere tutti come in un unico, grande abbraccio.
Varcare la soglia della chiesa con fede è come essere invitati a entrare nel Tutto (Alfa e Omega, Principio e Fine) del Signore, il Crocifisso Risorto, raffigurato nel mosaico che domina l’abside, tra i Santi Ambrogio e Carlo.
Di grande richiamo è l’ampia vetrata, capolavoro della pittrice Graziella Sarno: “Una vita per una Vita” - Il dono della vita di Cristo per la vita dell’umanità - è il titolo dell’opera, inaugurata nel novembre del 1969 all’Arengario e poi donata alla chiesa di San Carlo.

Leggi tutto: Chiesa S. Carlo

Chiesa Madonna della Misericordia

 La chiesa della Madonna della Misericordia in Bresso

 di Mons. Giampiero Castelli, parroco fondatore
 
Le parole di S. Giovanni per annunciare il mistero dell’Incarnazione hanno ispirato l’architetto Ferruccio Cerutti nel progettare la chiesa della Madonna della Misericordia. Il compito gli venne affidato dal Prevosto Mons. Giuseppe Re Dionigi, che fu non solo il promotore della costruzione, ma anche il finanziatore, con i fedeli della comunità di Bresso, senza la partecipazione di nessun ente, né religioso né civile, negli anni 1964 e ’65. L’idea della chiesa come tenda rispondeva alle istanze del rinnovamento liturgico del Concilio Vaticano II, allora in pieno svolgimento. La sobrietà e la linearità della struttura architettonica esprimevano l’accoglienza e l’apertura missionaria per tutti i residenti del quartiere di recente formazione, provenienti da ogni regione d’Italia. Il disegno della tenda a forma di triangolo, simbolo della SS. Trinità, è visibile nei tre elementi essenziali: l’ingresso, l’altare, la cappella Eucaristica.

Leggi tutto: Chiesa Madonna della Misericordia

Cappella S. Francesco in Bresso

Continua l’esplorazione dei Santuari nel territorio del nostro Decanato

La cappella di San Francesco in Bresso

S Francesco bressoLa costruzione della cappella intitolata a San Francesco a Bresso in via Papa Giovanni XXIII risale agli anni Sessanta. Ecco alcuni richiami.
La situazione e il territorio.Lo sviluppo edilizio degli anni 50-60 interessò fortemente la zona sud di Bresso: decisive erano allora la presenza di cooperative nate all’interno della Ditta Carlo Erba e la destinazione all’edilizia privata della zona occupata attualmente dai capannoni industriali (comprovata anche da alcuni plastici forse ancora esistenti in Comune, attinenti lo spazio della fonderia di alluminio Angeletti e Ciucani destinata a trasferirsi fuori città). Ciò richiese un forte sviluppo dei servizi sociali; fra questi, l’esigenza di avere un proprio luogo di culto, anche se contestualmente si stava costruendo la chiesa e la Parrocchia della Madonna della Misericordia negli anni 1963-1965, che era però poco accessibile, data la distanza.
Presto vennero meno due possibilità: innanzitutto quella di avere uno spazio all’interno d

Leggi tutto: Cappella S. Francesco in Bresso

Chiesa SS. Nazaro e Celso

Parrocchia Prepositurale dei SS. Nazaro e Celso

La prima notizia certa sulla chiesa dedicata ai Santi Nazaro e Celso risale intorno al 1290 ed è contenuta nel “Liber Notitiae Sanctorum Mediolani” attribuito a Goffredo da Bussero, il quale, trattando delle 23 chiese facenti parte dell'antica Pieve di Bruzzano così si esprime: “In plebe Bruzano, loco Bresso, ecclesia Sancti Nazari”.
• Di circa due secoli più tardi è invece l'erezione canonica della parrocchia, almeno stando al contenuto di una pergamena del 1484 attestante che in seguito alla morte, avvenuta nel 1484, di Simone De Gatti, ultimo cappellano della Chiesa di S. Nazaro di Bresso, veniva investito del beneficio parrocchiale Giacomo De Gatti (+ 1485).
• La forma dell'edificio attuale non ha nulla a che vedere con la primitiva navata unica con frontespizio a capanna affiancata da un campanile, dall'ossario e dalla casa parrocchiale, così come per la prima volta venne descritta negli atti della visita pastorale tenuta nel 1567 dal delegato arcivescovile Francesco Cermenati.
• Infatti, l'odierna facciata è frutto di un rifacimento in stile neoclassico avvenuto intorno al 1814; varie cappelle furono aggiunte nel corso dei secoli, in particolare ad opera di nobili famiglie del luogo (i Conti Patellani ed i Conti Perini), ma soprattutto l'erezione della cupola con ampliamento
della navata e del transetto è una realizzazione dei primi del '900, inaugurata don Enrico Invernizzi nel 1904.
• Il campanile originale fu probabilmente costruito insieme alla Chiesa, resistendo sicuramente fino al 1582. Poi crollò e fu ricostruito a pianta quadrata nel 1611. La cuspide piramidale sormontata da una croce fu edificata più tardi, nel 1874. La merlatura è neogotica ed è rivestito esternamente da mattoni a vista.

Leggi tutto: Chiesa SS. Nazaro e Celso

La Castela

LA CASTELA

LA CASTELA , statua in pietra arenaria raffigurante la Beata Vergine e risalente alla prima metà del 1700, è stata recentemente restaurata ad opera dello scultore bressese Francesco Lesma.
 
Il primo a parlare dell'esistenza della statua fu il Cardinale Giuseppe Pozzobonelli durante la visita pastorale a Bresso del 1756.
 
Dal 1954, in occasione del centesimo anniversario della proclamazione del dogma dell'Immacolata Concezione, è posta al centro dell'omonima piazza.

Oratori su Facebook

Eccola di nuovo #grazie
2017-08-03 18:27:40
Retweeted Chiesadimilano.it (@chiesadimilano): La preghiera per la Diocesi nella cartolina distribuita da mons. #Delpini durante il suo pellegrinaggio mariano https://t.co/a400czBZJ7 https://t.co/aK9Okp7wCj
2017-07-25 16:03:31
2017-03-04 18:45:42
Eccola di nuovo #grazie https://t.co/JNmucQj8kP
2017-08-03 18:27:40
...oggi ...le finali
2017-06-30 00:59:00
mai fermarsi davanti alle apparenze....
2017-07-21 09:05:01
Copyright © 2013. CP Madonna del Pilastrello Bresso  Rights Reserved.